Census of the Petrarch Manuscripts in the United States


NEW HAVEN, CONNECTICUT YALE UNIVERSITY, BEINECKE LIBRARY

MS 329

Paper (Fleur, Briquet 6651; échelle, similar to Briquet 5910; étoile, Briquet 6070; and one unidentified watermark), ff. II (early modern paper) + 150, contemporary foliation in Arabic numerals, 283 × 216 (214 × 140) mm., 27-30 long lines, 1-1510, plain horizontal catchwords at bottom middle, signatures in red a1-5 to o1-5, the last quire has no signature, frame ruled in lead, written by one person, mercantesca script. The individual texts begin with red or blue 2 to 4ߚline initials with respectively purple or red pen decoration of harping, pattern infilling and flourishes. Early modern binding of rough beige paper over paper boards, with ‘Miscellanea di belle lettere’ on the spine and n. 66, and a diamond-shaped library paper tab with no. 114. ff. 1-13, Leonardo Bruni, Vita di Dante e di Petrarca, title "Comincia il libro della vita et studii e chostumi di Dante e di messere Francescho Petrarca poeti chiarissimi chonposta novissimame[n]te da Lionardo chancelliere fiorentino", inc. "Avendo in questi giorni posto fine a una opera assai lungha ... et permuta gli abitatori chon volgere di sue rote", f. 9, "[C]omincia la vita di messere Francescho Petrarcha, Francescho Petrarcha huomo di grande ingegnio ...", expl. "... chosì a chi non merita chome a chi merita dare si puote" (Solerti, Le vite, 97-107 and 288-93). ff. 27v-34, Petrarch, Italian trans. of Rer. famil. XII, 2, title "Epistola di messer Francescho Petrarcha fiorentino mandata al famosisimo huomo messere Nichola Acciaiuoli gram sinischalco etc. sopra la ’nchoronazione del Re Luigi", inc. "Nell’ultimo, o huomo famosisimo, la fede à vinto la perfidia ...", expl. "... sechondo che Tulio scrive volerà alle sedie del cielo. Vale, onore della patria e di noi" (Volgarizzamento d’una pistola del Petrarca a N. Acciaiuoli siniscalco del regno di Puglia, per cura di G. Orti [Verona, 1834], 1-18). Ms. also contains: front pastedown, index of volume, written by unidentified early owner, s. XV; first front flyleaf recto-verso, index of the volume, in a later hand; second front flyleaf recto-verso, blank. ff. 13-18, Leonardo Bruni, Letter , title "Risposta della signoria di Firenze, fatta a l’anbasciadori del re d’Araghona: fecie detta risposta Lionardo Bruni in nua (sic) gra[n]dissimo chonsiglio di cittadini", f. 13v, inc. "Magnificho et prestantissimo admiraglio et voi spettabile cavagliere ...", expl. "... e chonsenso di tutta la moltitudine de’ maggiori e di minori della città nostra. Finis" (E. Santini, "Orazione al re di Napoli in difesa di Firenze", Giornale storico della letteratura italiana, LX [1912], 332-38). ff. 18-23, Leonardo Bruni, Novella di Seleuco e Antioco , title "Una novella chonposta da messere Lionardo d’Arezzo", f. 18v, inc. "Non sono molti anni passati che trovandomi in chonpagnia di più gentili huomini ...", expl. "... di natura privare in perpetuo sostene" (D. M. Manni, Libro di novelle e di bel parlar gentile, II [Firenze, 1782], 280-95; see E. Santini, "La produzione volgare di Leonardo Bruni Aretino e il suo culto per ‘le tre corone fiorentine’", Giornale storico della letteratura italiana, LX [1912], 316-19). ff. 23-26, Leonardo Bruni, Defense of Florence , title "Sermone fatto per messere Lionardo d’Arezzo al magnificho chapitano Nicholò da Tolentino chapitano di ghuerra del chomune di Firenze quando ricevette el bastone in sulla ringhiera de’ signiori la mattina di San Giovanni Battista l’anno MCCCCoXXXIII", inc. "Di tutti gli eserciti romani ...", expl. "... e gloria della nostra città e fama inmortale di voi, magnificho chapitano" (Leonardo Bruni, Orazione detta a Nicolò da Tolentino [Firenze, 1877]; Baron, Leonardo Bruni Aretino, 175). ff. 26-27v, Francesco Filelfo, Oration , title "Orazione di messere Francescho Filefo (sic) fatta nel prencipio della lezione e disposizione di Dante in Santa Maria del Fiore di Firenze", inc. "Nello splendito e lampegiante fulgore de’ nostri animi, spettabili e nobilissimi cittadini ...", expl. "... e deboleza del mio povero ingegnio, o vero dotrina" (Carlo de’ Rosmini, Vita di F. Filelfo, I [Milano, 1808], 119-23). ff. 34-37, Stefano Porcari,1 Oration , title "Orazione prima fatta per messere Stefano Porchari da Roma chapitano per detto e detta in sulla renchiera del palagio della città di Firenze all’entrata de’ signori", inc. "Quante volte io raghuardo e degnissimi e giochondissimi chospetti vostri ...", expl. "... florentissima republicha ne seghuirà" (G. Giuliari, Prose del Giovane Buonaccorso da Montemagno [Bologna, 1874], 1-11). ff. 37-42, Stefano Porcari, Oration , title "Sechonda orazione fatta pel detto messere Stefano in sulla ringhiera all’entrata de’ nuovi priori", inc. "Io mi richordo magnifici signor’ miei venerandi cholleghi ...", expl. "... negli amplissimi e singhulari vostri ingegni" (Giuliari, Prose ..., 12-27; the scribe incorrectly copied the rubric from the text on ff. 27v-34 and later cancelled it). f. 42rv, Ps. Lentulus, Letter , title "Lettera scritta per Lentulo offiziale romano in Gudea (sic) dell’avenimento di Christo", inc. "Al tenpo d’Ottaviano Ciesare, chon ciò fusse chosa che diverse parti del mondo si scrivesse ...", expl. "... raro e modesto e sprezioso intra figliuoli degl’ uomini" (G. Manzi, Testi di lingua inediti tratti da’ codici della Biblioteca Vaticana [Roma, 1816], 80-81). ff. 42v-43, Stefano Porcari, Oration , title "Risposta facta per messere Stefano de’ Porchari da Roma etletto (sic) chapitano del popolo di Firenze alli elezionare quando gli dierono la lezione del chapitanato", inc. "Io chognioscho magnifici elezionari della inclita et famosa città di Firenze ...", expl. "... e prometto pienamente adenpiere e d’oservare" (Giuliari, Prose ..., 85-87). f. 43rv, Stefano Porcari, Oration , title "Risposta fatta per detto messere Stefano de’ Porchari in Santa Maria del Fiore quando gli fu dato il guramento (sic) nella sua venuta", inc. "[Ho] udito, magnifici et escielsi signiori miei, quanto per lo vostro egregio e dottissimo chancielliere ...", expl. "... di questo florentissimo popolo" (Giuliari, Prose ..., 75-77). ff. 43v-44v, Stefano Porcari, Oration , title "Risposta fatta pel detto messere Stefano de’ Porcari a’ signori quando gli dieron la bacchetta", inc. "Laettatus sum in is que dicta sunt michi. Magnifici e gloriosi signor’ miei, io debbo meritamente usare le predette parole del salmista ...", expl. "... excellenzie e dello invitissimo popolo fiorentino" (Giuliari, Prose ..., 88-90). ff. 44v-48, Stefano Porcari, Oration , title "Orazione fatta per messere Stefano Porchari in sulla ringhiera del palagio all’entrata de’ priori", inc. "Quante chonsiderazione m’ochorrono all’animo, magnifici e potenti signori ...", expl. "... da qui benedictus est in sechula sechulorum. Amen" (Giuliari, Prose ..., 50-60). ff. 48-49, Stefano Porcari, Oration , title "Risposta fatta pel detto messere Stefano a uno protesto fatto per la signoria a’ rettori", inc. "Magnifici e prestantissimi signor’ miei, e prudentissimi e venerandi chollegi, rivolgendo io spesso ...", expl. "... chustodiam legem tuam senper in sechula sechuli" (Giuliari, Prose ..., 102-105). ff. 49-51, Stefano Porcari, Oration , title "Risposta fatta per messere Stefano a un altro protesto per la signioria a’ rettori", inc. "Quante volte ò in me medesimo chonsiderato, magnifici e potenti signiori, e venerabili chollegi ...", expl. "... chomprovare e amplifichare qui est benedittus in sechula sechulorum. Amen" (Giuliari, Prose ..., 106-111). ff. 51-58, Stefano Porcari, Oration , title "Terza orazione fatta pello detto messere Stefano de’ Porchari in sulla ringhiera all’entrata de’ nuovi priori della città di Firenze", inc. "Se alchuna volta è stato ismarrito el mio picholo ingegnio ...", expl. "... de’ vostri benefici fissa nella mimoria si riserva" (Giuliari, Prose ..., 28-49). ff. 58-59, Stefano Porcari, Oration , title "Orazione fatta pel detto messere Stefano quando rende la bacchetta", inc. "Questo o (sic, for dì), inlustri signior’ miei, finiscie la mia administrazione ...", expl. "... le insegnie del mio magistrato da voi riceuto" (Giuliari, Prose ..., 61-63). ff. 59-60v, Stefano Porcari, Oration , title "Orazione fatta per detto messere Stefano de’ Porchari quando prese licenza da’ signiori", inc. "Se mai per alchuno tenpo ...", expl. "... mi durerà la vita io lascierò d’amare. Sono tutto vostro" (Giuliari, Prose ..., 64-68). ff. 60v-61, Stefano Porcari, Oration , title "Orazione fatta pel detto messere Stefano a Papa Martino quando ritornò a Roma", inc. "Se mai nel chorso di mia vita ...", expl. "... della quale l’umile creatura vostra rachomando" (Giuliari, Prose ..., 78-80). ff. 61-66v, Matteo Palmieri, Protestatio , title "Protesto fatto per Matteo di Marcho Palmiere a’ rettori quando fu ghonfaloniere la prima volta", inc. "Se lla reverenzia e lla fede ...", expl. "... di tutto sarete roghato" (G. Belloni, "Il protesto di Matteo Palmieri", Studi e problemi di critica testuale, XVI [1978], 41-48). ff. 67-69v, Oration , title "Orazione fatta per uno scholaro forestiero in Santa Maria del Fiore di Firenze chonfortando e’ cittadini a mantenere ed acresciere lo studio delle discipline arte liberali", inc. "Quando la magnificha e lla osservatissima moltitudine ...", expl. "... repubricha possiate prestantissimamente chonseghuitare". ff. 69v-70, Letter , title "La presente lettera mandorono i nostri magnifici signiori al popolo della città di Volterra tornati che furono alla divozione del chomune chonposta per messer Lionardo [Bruni cancelled] d’Arezzo nostro chancelliere", inc. "Nobiles viri amici karissimi. Le chose umane sechondo che ne mostra ...", expl. "... di questa signioria data Florenzie die XXX ottobris MCCCCXXXI" (Morpurgo, I manoscritti, p. 64, no. XIX). ff. 70v-83v, Boccaccio, Letter to Pino dei Rossi , title "Pistola mandata da messere Giovanni Bochacci a messere [P]ino de’ Rossi fiorentino", inc. "Io estimo messer Pino che sia ...", expl. "... intendo che dati siano e sanza più dire priegho Iddio che chonsoli voi e lloro. Amen" (Giovanni Boccaccio, L’Ameto, Lettere, Il Corbaccio, ed. N. Bruscoli [Bari 1940], 159-82). ff. 83v-89, Giannozzo Manetti, Protestatio , title "Protesto fatto per messere Giannozo Manetti quando fu ghonfaloniere", inc. "Volendo e’ nostri magnifici ed eccelsi signiori seghuitare gli ordini ...", expl. "... voi ser Zanobi, a chui s’aspetta ne sarete roghato. Amen" (Giannozzo Manetti, Das Corpus der ‘Orationes’, ed. H. W. Wittschier [Köln, 1968], 66-69). ff. 89v-90v, Peace treaty between Milan and Florence , date 1441, inc. "Nell’anno della natività del nostro signiore Giesù Cristo MCCCCo XLI, indizione quarta sechondo el chorso di Melano giovedì a dì XVII di luglio nel chastello ...", expl. "... fusse del suo gran suggillo suggellata. Io Simonioro Gholino figliuolo per adicto di messer Andrea a secretario del ducha notaio fui presente alle chose predette e roghato scrissi le chose sopra scritte e posi el mio usato segno. Finis". ff. 91-135v, Boccaccio, Corbaccio , inc. "Qualunche persona, tacendo, i benefici riceuti nasconde sanza di ciò avere chagione ... e utilità e chonsolazione dell’anima di choloro li quali per aventura ciò leggerano, e altro no ... Non è molto tenpo passato che, ritrovandomi io solo nella mia chamera ...", expl. "... Picciola mia operetta, venuto è el tuo fine ... Il quale, choncedendolo Cholui che d’ogni grazia è donatore, tosto a pugnierla, non temendo, le si farà inchontro. Finis" (G. Boccaccio, Il Corbaccio, ed. T. Nurmela [Helsinki, 1968]; Branca, Tradizione, IV).
ff. 136-150v, blank, and only f. 136 is frame ruled.
2nd. f.: [eque]stri nella quale
ORIGIN
Written in Italy (Florence ?) after 1441 (as per the dates on ff. 89v-90v).
PROVENANCE
A severely effaced signature appears on the front pastedown: "Questo libro è di mlmo D...ol.ndo"; on the back pastedown is the bookplate of Prince Pietro Ginori-Conti (1865-1939) with motto "Quid pulchrius lumine trino ?"; Joseph J. (Giuseppe) Martini; B. M. Rosenthal, Cat. XV (1964), 3, no. 5, pls. on p. 47 (of f. 1) and 48 (f. 26, greatly reduced); purchased from L. Witten in 1965.

Notes
1. Sixteen Porcari orations are contained in Ms. 1074 [R. III. 12] in the Biblioteca Riccardiana (see Morpurgo, I manoscritti, 62-63), of which twelve appear in Beinecke MS 329; all sixteen orations appear in Beinecke, Marston MS 247 , no. 87 in the present Census. Cfr. Florence, B. N. Palat. 598 .

Abbreviations
Baron, Leonardo Bruni Aretino
Baron, H. Leonardo Bruni Aretino, Humanistisch-philosophische Schriften. Leipzig, 1928.
Branca, Tradizione, I
Branca, Vittore. Tradizione delle opere di Giovanni Boccaccio. Roma, 1958
; and
Studi sul Boccaccio, II (vol. II, pp. 15-36), III (vol. IV, pp. 1-18), IV (vol. IX, pp. 1-19), V (vol. XIII, pp. 5-9).
Briquet
Briquet, C.M. Les Filigranes, facsimile of the 1907 edition with supplementary material, ed. A. Stevenson. 4 vols. Amsterdam, 1968.
Morpurgo, I manoscritti
Morpurgo, S. I manoscritti della R. Biblioteca Riccardiana di Firenze. Roma, 1892-1900.
Solerti, Le vite
Solerti, A. Le vite di Dante, Petrarca e Boccaccio scritte fino al secolo decimosesto ... Milano, 1904.

All rights to the cataloguing and images in Digital Scriptorium reside with the contributing institutions.